» » Aprile: un mese di Resistenza

Aprile: un mese di Resistenza

Come ogni anno, in occasione del 25 aprile, la Città di Saluzzo indossa la fascia tricolore e insieme all’ANPI – Associazione Nazionale Partigiani d’Italia – propone non una semplice celebrazione, ma un vero e proprio programma di eventi, cerimonie, incontri, mostre, per riflettere su un momento nodale per la storia d’Italia. Dopo l’emozionante esperienza del 21 marzo che ha visto 8mila ragazzi vivere la città insieme a Libera nella Giornata per le Vittime delle mafie, Saluzzo si conferma presidio di impegno civile e Resistenza. Un territorio che ha aperto la strada alla montagna, alla nascita delle formazioni che avrebbero dato tanto per la Liberazione, in un mese si racconta e fa “memoria”.
Anche per il 2018 gli appuntamenti della rassegna imperniata sulla ricorrenza del 25 Aprile sono frutto di un importante lavoro di squadra che ha visto coinvolti il Comune di Saluzzo, 10 diverse Istituzioni culturali – ANED, ANEI, Associazione Bella Ciao, Associazione Giorgio Biandrata, Comitato Arci Cuneo Monviso, Coopculture, Fondazione Amleto Bertoni, Fondazione Scuola di Alto Perfezionamento Musicale, Istituto Storico della Resistenza, Ratatoj – le compagnie teatrali Assemblea Teatro e Teatro del Marchesato e le scuole di Saluzzo, sia la primaria che gli istituti di istruzione secondaria superiore.
Il ricco calendario di eventi prenderà il via lunedì 9 aprile con il Dialogo intorno alla Costituzione, a cui faranno seguito letture, concerti, documentari, passeggiate, seminari e confronti. Tutta la Città verrà coinvolta: dalla Castiglia alle vie del centro al Teatro Magda Olivero, tutti mobilitati per raccontare un pezzo di storia e confrontarsi con il passato. I Musei, con la loro parola d’ordine “CULTURA È LIBERTÀ”, offriranno l’ingresso gratuito per la visita (info costi e prenotazioni: ufficio IAT, n. verde 800392789 – saluzzo@coopculture.it).
Si potrà percorrere a piedi lungo le vie della Città alla ricerca de “Le pietre della memoria – Fotogrammi di storia” oppure ritrovarsi al cinema, per la proiezione del documentario “Una stagione di libertà. Storia della Repubblica partigiana delle Valli di Lanzo”. Oppure ancora darsi appuntamento in Castiglia, presso il salone Rovasenda per ascoltare le “Lettere dei condannati a morte della Resistenza italiana” proposte dagli attori del Teatro del Marchesato. C’è spazio anche per gli appassionati di sport, del podismo in particolare, perché in occasione de “La Mezza del Marchesato” l’ANPI consegnerà alla più giovane donna classificata la targa in ricordo di Paola Sibille, staffetta partigiana e presidente dell’ANPI.
Anche la musica sarà protagonista attraverso il concerto pensato dal grande soprano Luciana Serra che, in occasione della chiusura di una Masterclass di Belcanto promossa all’interno della Scuola di Alto Perfezionamento Musicale, porterà in scena la tradizione dell’Opera accanto ad arie da camera (Donizzetti, Rossini, etc…), guardando alla musica come mezzo di espressione e di trasmissione della libertà.
La celebrazione ufficiale della festa della Liberazione avrà luogo mercoledì 25 aprile alle ore 10, presso il Monumento ai Caduti nei Lager di piazza XX settembre, con la presenza di Sergio Chiamparino, Presidente della Regione Piemonte, a cui verrà affidata l’orazione ufficiale. La manifestazione avrà quale prologo ideale la Fiaccolata “Testimoni di Libertà”, che nella serata di Martedì 24 Aprile congiungerà Saluzzo ai vicini comuni Manta e Verzuolo.
Resta ancora da definire la data in cui verrà consegnato il premio BELLA CIAO 2018, ma già se ne conosce il destinatario: il prestigioso riconoscimento è stato infatti assegnato al giornalista e storico Ezio Mauro, già direttore dei quotidiani La Stampa e Repubblica.

 

.