» » Pubblicato il bando di gara per la realizzazione del centro culturale Mario Musso

Pubblicato il bando di gara per la realizzazione del centro culturale Mario Musso

Lo scorso 15 ottobre il Comune di Saluzzo ha pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italia –oltre che su un quotidiano a livello nazionale, uno a livello locale e sui siti del Comune di Saluzzo, del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e sull’Osservatorio Regionale dei Contratti Pubblici – l’avviso di gara per la realizzazione del Centro Culturale Mario Musso, ossia dell’intervento di restauro ed efficientamento energetico della Biblioteca Civica e del Centro Giovani.

Il bando riguarda i lavori previsti alla manica centrale della Caserma Mario Musso, in cui verrà realizzato un centro culturale cittadino composto da: biblioteca; centro giovani ed aree spettacoli e svago. L’intento è di raccogliere in un unico fabbricato il vivace spirito culturale della città, attualmente frammentato in diversi edifici, attraverso i consolidati principi del riuso architettonico, in un’ideale prosecuzione degli interventi già realizzati in caserma nel 2010, quando si sono risolte le problematiche delle associazioni private di cittadini attraverso una collocazione unitaria all’interno di alcuni locali della Mario Musso e la conseguente ricollocazione della Fondazione Bertoni. Seguendo esempi felici nel panorama nazionale ed europeo, lo spostamento e ricollocazione dell’attuale biblioteca civica “Sacharov” e del nuovo centro giovani verranno così connessi alla Fondazione Bertoni e alla Casa delle Associazioni, così da trasformare l’ex caserma Musso in una area di incontro e di promozione delle attività culturali e ricreative.

L’importo complessivo dell’appalto ammonta ad Euro 1.866.438,90 (IVA esclusa). Dedotti da questa cifra i 70.494,10 Euro previsti per gli oneri per la sicurezza, non soggetti a ribasso, l’importo a base di gara, ammonta a 1.795.944,80 Euro. La città di Saluzzo coprirà le spese solo per una minima parte con fondi propri, dal momento che per la realizzazione dei lavori il Comune ha ottenuto un contributo regionale di 1.150.000 Euro, a cui si aggiunge il contributo di 450.000 erogato dal G.S.E. per l’efficientamento energetico dell’edificio, ottenuto – oltre che con la sostituzione dei serramenti e la realizzazione di un cappotto interno – mediante l’installazione sul tetto di pannelli fotovoltaici ad alto rendimento di colore bordeaux, che si armonizzano meglio con il contesto urbano senza pregiudicarne la funzionalità.

L’affidamento dei lavori non sarà limitato a chi proporrà il ribasso maggiore, ma terrà conto anche di numerosi aspetti di carattere prettamente tecnico, quali ad esempio l’organizzazione del cantiere, ivi compreso il Piano di gestione della sicurezza (PGS) e i miglioramenti proposti al progetto per quanto concerne i serramenti, l’impianto elettrico e il sistema di monitoraggio dei consumi energetici.

Le domande di ammissione devono pervenire in Comune entro le ore 12 del giorno martedì 20 novembre 2018. L’avvio dei lavori è previsto per l’inizio del 2019.