Ai sensi dell’art. 15 della legge 12.11.2011, n. 183 “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilità 2012)“, a partire dal 1° gennaio 2012, le certificazioni rilasciate sono valide ed utilizzabili solo nei rapporti fra privati. Gli uffici della Pubblica Amministrazione possono accettare solo le dichiarazioni rese ai sensi degli articoli 46 e 47
del DPR 445/2000 (autocertificazioni e dichiarazioni sostitutive di atto notorio).

Esistono certificati rilasciati dall’Anagrafe (stato di famiglia, di residenza, di cittadinanza, di stato libero, di stato vedovile, di godimento dei diritti politici, di esistenza in vita) o dallo Stato civile (di nascita, di matrimonio, di morte).
L’Anagrafe del Comune può rilasciare anche certificati contestuali, in cui sono riunite tutte le certificazioni, di qualsiasi natura, in ordine a “fatti, stati o qualità personali” riguardanti la stessa persona.
Tutti i certificati sono rilasciati in bollo. L’esenzione è prevista solo per alcuni usi specifici.

VALIDITA’

I certificati hanno validità di sei mesi.
COME SI RICHIEDONO

Il richiedente deve indicare allo sportello i dati della persona per la quale chiede il certificato:
  • cognome, nome, data di nascita (in mancanza di quest’ultima esatto indirizzo)
  • nonché l’uso del certificato (per poter applicare o esentare dall’imposta di bollo e del relativo diritto di segreteria).
Al posto dei certificati l’interessato può presentare un’autocertificazione, cioè una propria dichiarazione sottoscritta fatta direttamente presso chi la richiede.
Le Pubbliche Amministrazioni (ad eccezione dei Tribunali) sono obbligate ad eccettare l’autocertificazione, mentre i privati non hanno nessun obbligo.
Inoltre le Pubbliche Amministrazioni non possono chiedere certificati contenenti dati o qualità (luogo e data di nascita,   cittadinanza, residenza) che si possono trovare nella carta d’identità o nel passaporto dell’intestatario.
Carta d’identità

In conformità al decreto legge n. 70 del 13 maggio 2011 è stato soppresso il limite minimo di età per il rilascio della carta di identità, prima fissato in 15 anni.
E’ pertanto possibile ottenerla fin dalla nascita (riporta la firma del titolare che abbia già compiuto il 12° anno di età) con una validità temporale diversa a seconda dell’età del richiedente:

  • valida tre anni, se rilasciata a minori da 0 a 3 anni;
  • valida cinque anni, se rilasciata a minori da 3 a 18 anni;
  • valida dieci anni, per tutti i maggiori di età

I minori di anni 14 viaggiano in compagnia di uno dei genitori , oppure se con altre persone devono dotarsi di una dichiarazione rilasciata dagli esercenti la potestà, convalidata dalla Questura, indicando lo stato Estero, il periodo, il nome della persona, dell’ente o della compagnia di trasporto a cui il minore medesimo è affidato. I maggiori di anni 14 viaggiano da soli.

Per tutti i minori di anni 18 è necessario l’assenso di entrambi i genitori che si devono presentare allo sportello muniti di n. 3 foto tessera del minore: uguali, recenti , su sfondo bianco e con il capo scoperto;il minore deve essere presente all’atto dell’emissione del documento.

II costo della carta di identità è di € 5,42 ed il rilascio è immediato.
CITTADINI STRANIERI RESIDENTI

Devono presentarsi di persona presso lo sportello dell’Anagrafe con la seguente documentazione:

  • tre fototessere, uguali, recenti;
  • un documento di identificazione;
  • il permesso/carta di soggiorno non scaduto rilasciato dalla Questura competente.

La carta d’identità ai cittadini stranieri residenti è rilasciata con le stesse modalità dei cittadini italiani, ed ha esclusivamente valore di documento di riconoscimento e non costituisce titolo per l’espatrio.

RINNOVO

Può essere richiesto a decorrere dal 180° giorno precedente la scadenza.
E’ necessario presentarsi allo sportello dell’Anagrafe con i seguenti documenti:

  • tre fototessere recenti, uguali;
  • la carta di identità scaduta o in scadenza;
  • un valido documento di riconoscimento (qualora la carta d’identità che restituisce non sia più idonea all’identificazione della persona).

SMARRIMENTO / FURTO / DETERIORAMENTO

E’ necessario presentarsi allo sportello con la documentazione seguente:

  • tre fototessere recenti, uguali;
  • l’originale, più una fotocopia, della denuncia di smarrimento o furto resa all’autorità di pubblica sicurezza (Carabinieri o Polizia);
  • altro documento di riconoscimento valido per l’immediato rilascio.

SERVIZIO A DOMICILIO PER PERSONE CON IMPEDIMENTI A RECARSI PRESSO L’UFFICIO

Il rilascio o il rinnovo della carta d’identità, può essere richiesto tramite terzi presentando la richiesta allo sportello.
La consegna, avviene in Saluzzo, tramite il “funzionario incaricato dal Sindaco”, presso l’abitazione dell’interessato o nel luogo di degenza sito nel Comune.

SERVIZIO INFORMATIVO A CASA DEI CITTADINI

L’Ufficio Anagrafe inoltre, mensilmente, tramite lettere provvede a ricordare ai cittadini le scadenze delle Carte d’Identità e invia le modalità del rinnovo.

 

Passaporto

N.B. Dal 26.06.2012 tutti i minori potranno viaggiare in Europa e all’estero soltanto con un documento di viaggio individuale. Ne consegue che da quella data non sono più valide tutte le iscrizioni dei minori sul passaporto dei genitori. Al contempo i passaporti dei genitori con iscrizioni di figli minori rimangono validi per il solo titolare fino alla naturale scadenza

http://www.poliziadistato.it/articolo/1087-Passaporto

Dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà

Vengono rilasciate, su richiesta degli interessati.

Per le autentiche di copie occorre presentare i documenti in originale.
Seguono l’assolvimento dell’imposta di bollo come tutti i certificati anagrafici.