Con deliberazione del Consiglio comunale n. 86 del 22.12.2015 sono state confermate per l’anno 2016 le seguenti aliquote dell’Addizionale comunale all’Irpef approvate per l’anno 2015.

Le aliquote dell’addizionale comunale all’Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche sono differenziate ed articolate secondo i cinque scaglioni di reddito stabiliti ai fini dell’imposta sul reddito delle persone fisiche della Legge statale, come indicato nel seguente prospetto:

 

Scaglioni di reddito imponibile ai fini IRPEF aliquote
Fino a euro 15.000,00 0,55%
oltre euro 15.001,00 fino a 28.000,00 euro 0,60%
oltre euro 28.001,00 fino a 55.000,00 euro 0,70%
oltre euro 55.001,00 fino a 75.000,00 euro 0,75%
oltre euro 75.001,00 0,80%

 


L’addizionale non è dovuta se il reddito imponibile complessivo determinato ai fini dell’imposta sul reddito delle persone fisiche non supera l’importo di Euro 8.000,00; tale soglia non costituisce franchigia e pertanto per i redditi superiori a tale importo l’addizionale è dovuta sull’imponibile complessivo.

Il Regolamento delle entrate patrimoniali e tributarie, prevede il seguente comma 4 all’ articolo 4 bis -Addizionale comunale all’Irpef:

Il Consiglio Comunale può istituire annualmente, stanziandolo nel bilancio di previsione, un apposito fondo per la restituzione dell’addizionale comunale all’Irpef, a favore delle persone fisiche appartenenti a nuclei famigliari che siano in possesso di attestazione dell’Indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) inferiore o pari ad € 17.000 o inferiore o pari ad € 18.000,00 per i nuclei composti da un’unica persona.

Il rimborso compete a condizione che il richiedente e i componenti della proprio nucleo famigliare non siano proprietari di immobili, con la sola eccezione della propria abitazione di residenza e relative pertinenze e che siano in regola con il pagamento di tutti i tributi e tasse comunali e delle altre entrate di spettanza dell’Ente.

L’interessato al rimborso, in possesso dei requisiti, deve presentare, pena il mancato riconoscimento dell’erogazione del rimborso, una richiesta al Comune di Saluzzo entro la data del 31 ottobre di ciascun anno, allegando la certificazione della propria Situazione Economica (I.S.E.E.) riferita al nucleo famigliare e risultante dall’attestazione rilasciata dall’INPS o da altri Enti convenzionati e la documentazione comprovante l’avvenuto pagamento dell’addizionale comunale IRPEF.

Qualora le richieste complessivamente presentate dai contribuenti diano luogo ad un rimborso di importo maggiore a quello risultante nel fondo costituito dal Comune, il rimborso dell’addizionale comunale I.R.P.E.F. spettante sarà erogato in misura proporzionale all’ammontare del fondo costituito.

Il rimborso di cui sopra può essere richiesto a decorrere dall’imposta versata a saldo nell’anno 2016.