Il territorio comunale e caratterizzato dalla presenza di una pluralità di vincoli territoriali eterogenei che il Piano Regolatore Generale Comunale vigente ha recepito, organizzandoli dal punto di vista gestionale in un sistema.

Riportiamo di seguito la relativa elencazione che può costituire utile riferimento nell’attività di programmazione, conservazione, e trasformazione del territorio:

  • Vincolo Galasso istituito con la Legge 431/85, attualmente disciplinato dal decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 “Codice dei beni culturali e del paesaggio”; comprende sul territorio le sponde del fiume Po, rio Torto, Torrente Bronda, Rio Tepice (m.150 dalle sponde o piedi degli argini);
  • Vincolo Galassino istituito mediante Decreto Ministeriale 01.08.1985, attualmente disciplinato dal decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 “Codice dei beni culturali e del paesaggio”;
  • Vincolo idrogeologico, ex L.R 45/89;
  • Piano d’Area del Sistema delle aree Protette della fascia fluviale del fiume Po (L.R. n. 28/90 e L.R. 65/95) approvato con D.C.R. 982-4328 del 08.03.1995. La perimetrazione corrisponde sul vigente PRGC con il comparto agricolo M1 di interesse naturalistico;
  • SIC: Sito di Importanza Comunitaria “Confluenza Po-Bronda”;
  • PSFF (Piano stralcio fasce Fluviali) recepito dal PAI (Piano di Assetto Idrogeologico) approvato dall’Autorità di Bacino per il fiume Po ai sensi della L.183/1989 e smi: individua tra fasce fluviali la “A”, la “B” e la “C” lungo il fiume PO;
  • PAI (Piano di Assetto Idrogeologico) approvato dall’Autorità di Bacino per il fiume Po ai sensi della L.183/1989 e smi: individua i dissesti idrogeologici del Territorio comunale, è stato recepito dal PRGC vigente nell’ambito delle verifiche predisposte in base al disposto della C.P.G.R. n° 7/LAP.

Scarica i documenti relativi ai vincoli sovracomunali

.