» » Nomina di due rappresentanti in seno alla Consulta Comunale per le pari opportunità

Nomina di due rappresentanti in seno alla Consulta Comunale per le pari opportunità

pubblicato in: Amministrative | 0

Il Comune di Saluzzo deve nominare due rappresentanti in seno alla Consulta Comunale per le pari opportunità, la quale durerà in carica per l’intera durata del Consiglio Comunale ed eserciterà le sue funzioni fino alla costituzione della nuova Consulta.

I requisiti per essere nominati membri del Consiglio di Amministrazione sono i seguenti:

  • possedere tutti i requisiti richiesti per l’elezione alla carica di Consigliere Comunale;
  • possedere competenza o attitudine all’incarico per studi compiuti, funzioni disimpegnate o per specifica esperienza nel settore;
  • non essere in rapporto di parentela o di affinità fino al terzo grado o di coniugio con il Sindaco, gli Assessori ed i Consiglieri Comunali;
  • non versare in una situazione personale idonea a generare conflitti di interesse con l’incarico da conferire;
  • non essere già rappresentante del Comune, a seguito di nomina o designazione, in altri enti, aziende o istituzioni;
  • le nomine e le designazioni devono assicurare condizioni di pari opportunità tra uomo e donna nel rispetto dell’art. 6, comma 3 del D. Lgs. 18.08.2000, n. 267 e del D.Lgs. 11.04.2006, n. 198;
  • la stessa persona non può ricoprire lo stesso incarico per più di due mandati consecutivi, anche a seguito di nomina da parte di Sindaci diversi.
  • I candidati dovranno inoltre dichiarare la loro condizione in rapporto a quanto previsto dall’art. 7 del D.Lgs. 39/2013 (avere ricoperto/non ricoperto, nei due anni precedenti, la carica a Sindaco, Assessore, Consigliere Comunale).

I componenti della Consulta comunale svolgono la loro attività gratuitamente e non percepiscono assegni o altre indennità, comunque denominate ed a qualunque titolo.

Chiunque sia interessato può segnalare al Comune la propria disponibilità a ricoprire l’incarico, mediante l’invio di una lettera indirizzata al Sindaco attestante la propria disponibilità a far parte della Consulta, unitamente all’autocertificazione, resa ai sensi dell’art. 47 del D.P.R. 445/2000, attestante i requisiti di cui sopra, alla fotocopia non autenticata di un documento di identità e al proprio curriculum.
I moduli per presentare la propria candidatura possono essere scaricati in calce a questa notizia.

Le domande dovranno pervenire all’Ufficio Protocollo del Comune entro le ore 12 di lunedì 29 luglio 2019.

.