Dal 1° novembre 2011 è stato realizzato in Saluzzo il passaggio dalla tradizionale raccolta dei rifiuti alla raccolta differenziata porta a porta. La cosiddetta PAP prevede la rimozione dei cassonetti stradali e il periodico ritiro a domicilio della spazzatura, per ridurre la quantità di rifiuti prodotti e incrementare la percen­tuale di raccolta differenziata.

A Saluzzo la “rivoluzione” coinvolge circa 6.500 famiglie e 1.500 attività commer ciali e riguarda in prima istanza i rifiuti indifferenziati, la carta e la plastica, che hanno un’incidenza notevole nel determinare la percentuale di differenziata.

Nel corso del 2009 la città di Saluzzo ha infatti prodotto ben 5.240 tonnellate di rifiuti indifferenziati, 675 ton­nellate di carta e 285 tonnellate di plastica.

Per l’organizzazione del servizio, il territorio comunale è stato suddiviso in 3 zone: per ciascuna di esse saranno dedicati due giorni alla settimana alla raccolta PAP.

Nella zona A (in giallo), che include i cosiddetti “quartieri ottocenteschi” articolati intorno a Corso Italia e alle piazze Garibaldi, Cavour e XX Settembre, la raccolta avrà luogo il Martedì e il Venerdì nelle ore serali (tra le 19,30 e le 22).

Nelle altre due zone l’effettuazione del servizio di raccolta avrà luogo di mattina, dando la precedenza alle strade con maggiore intensità di traffico nelle ore diurne. Nella zona B (colore blu) la raccolta avverrà nelle mattine di Mercoledì e Sabato, mentre nelle aree del Centro Storico, del Borgo ‘900 e di San Martino (zona C, in rosso) la raccolta verrà effettuata nelle mattine di Lunedì e Giovedì.

Le famiglie possono ritirare presso l’Ufficio Tecnico del Comune di Saluzzo (situato al piano seminterrato del Municipio, in via Macallé 9) la dotazione annua di 130 sacchetti (della dimensione di cm 50×70) semitrasparenti grigi per la raccolta dell’RSU, un paper box per la raccolta differenziata della carta e 50 sacchetti di colore giallo per la raccolta della plastica. Le aziende ricevono a loro volta un paper box, più 150 sacchetti grigi (di dimensione 110 x 70) per l’indifferenziato e 150 sacchetti gialli per la plastica.

Vengono inoltre consegnati dei calendari in cui vengono indicati i giorni dei servizi.

Nelle aree dove è stata introdotta la raccolta porta a porta sono stati ritirati tutti i contenitori stradali attualmente utilizzati; nella parte di città non interessata dalla PAP lo svuotamento dei cassonetti stradali viene effettuato 1 o 2 volte alla settimana (sono circa 60 i cassonetti coinvolti). Presso le grandi utenze cittadine (carcere, scuole, Ospedale, Opera Pia Tapparelli, industrie, attività artigianali, ecc) lo svuotamento dei cassonetti avviene con frequenza giornaliera o settimanale (a seconda del tipo di rifiuto).

La raccolta del vetro, dell’or­ganico, del verde, delle pile esauste e dei farmaci scaduti continua ad essere effettuata mediante i cassonetti stradali di prossimità, con ca­denza di svuotamento almeno setti­manale.

Cartina