Il bilancio pubblico è profondamente diverso da quello delle imprese private.  Innanzi tutto perché non è un bilancio conclusivo, ma è un documento di programmazione preventivo, e di conseguenza non contiene indicazioni di spese o incassi fatti, ma di cose da fare.

Il bilancio comunale è un documento fondamentale per la vita del Comune, perché i programmi da realizzare nel corso dell’anno, che sono contenuti in esso, devono essere corredati dalle indicazioni della spesa necessaria per realizzarli e dalle indicazioni delle entrate che devono essere incassate per lo stesso scopo.La manovra di bilancio comunale, pur nei limiti consentiti dalle leggi finanziarie, è fondamentale ogni anno per stabilire le priorità dell’Amministrazione, soprattutto per quanto riguarda i principali investimenti e le opere pubbliche. Queste ultime sono contenute in un altro allegato fondamentale al bilancio di previsione, il programma triennale delle opere pubbliche, e in particolare nell’elenco annuale.

Il bilancio e gli allegati devono essere approvati entro il 31 dicembre dell’anno precedente a quello a cui si riferiscono, o nel termine eventualmente prorogato dallo Stato.

Entro il 30 aprile di ogni anno, poi, vien redatto il conto consuntivo dell’anno precedente, un documento di sintesi in cui vengono dimostrati i risultati della gestione, sulla base delle linee programmatiche fornite in sede di approvazione del bilancio di previsione. Attraverso il rendiconto, la Giunta informa il Consiglio Comunale, quale organo di indirizzo e di controllo politico-amministrativo, dei programmi e dei progetti realizzati o in corso di realizzazione, perché possa esprimere un giudizio sul conseguimento degli obiettivi prefissati.